Programma corsi dottorali a.a. 2009-2010

SI 2009

Carlo Ossola:
La storicità dei testi (3 ECTS)

Novembre 2009: 4, 5, 6, 10, 11
Dicembre 2009: 2
Aprile 2010 (Boccaccio interprete di Dante): 27 (15,30-17,00, aula 355), 28 (10,30-12,00, aula 251), 29 (10,30-12,00, aula 251)
Maggio 2010 (Tradurre: una semantica storica): 18 (15,30-17,00, aula 251), 19 (10,30-12,00, aula 251), 20 (10,30-12,00, aula 251)


François Dupuigrenet-Desroussilles
:
Bibliografia e storia del libro (3 ECTS)

Novembre 2009: 24, 25, 26, 27, 28.
Dicembre 2009: 15, 16, 17, 18, 19.

Il corso è diviso in due settimane durante le quali alterneranno corsi seminariali con utilizzo di documenti digitali, all'USI, e presentazione di libri antichi, alla biblioteca Salita dei Frati. La prima settimana sarà dedicata al libro del Quattrocento e del "lungo" Cinquecento (1450-1620), la seconda al libro del periodo barocco e di quello preindustriale (1620-1830). Si porrà l'accento sulle tendenze più recenti della storiografia del libro, dalla semiotica dello spazio visivo del libro alla storia delle tecnologie del testo sviluppata dal gruppo History of Text Technologies (HoTT) della Florida State University, e sull'uso di fac-simile digitali per lo studio del libro antico. La maggior parte degli esempi saranno tratti dalla storia del libro in Italia: libri prodotti in territorio italiano o libri che circolarono entro questo spazio.

SP 2010

Corrado Bologna:
Storicità e tradizione dei testi: l'ermeneutica filologica (3 ECTS)

La tradizione materiale dei testi forma e condiziona anche la loro fortuna culturale. Riconoscere e analizzare i modi, i tempi, i luoghi i testi che hanno accompagnato la nascita e la trasmissione di un testo, in particolare dei grandi classici, consente di identificare il grado di intervento autoriale nella tradizione e le caratteristiche di questa configurazione iniziale, ma anche di ricostruire i dislivelli della ricezione successiva, i suoi diversi orientamenti, perfino le metamorfosi profonde e le reinterpretazioni che la diffusione comporta.
In quest'orizzonte problematico ogni lezione, imperniata sull'esame di testi letti nella dimensione diacronica della loro "metamorfosi" lungo le tappe della ricezione, affronterà un problema metodologico fondamentale, sia di carattere editoriale, in ordine alla storia della tradizione e alla critica del testo, sia di ordine ermeneutico, ponendo in luce di volta in volta uno o più "casi" esemplari.
Si seguirà un ordine prevalentemente cronologico, incominciando con i "casi" significativi dei classici delle origini, per giungere ad alcuni momenti rilevanti nella tradizione del moderno, ripensata nel suo radicamento storico e nel suo rimeditare e rielaborare i grandi modelli della tradizione passata, italiana ed europea.

Marzo 2010: 8 (14,30-17,30, aula A34), 9 (15,30-17,30, aula 254), 10 (10,30-12,30, aula 251), 22 (14,30-17,30, aula 254), 23 (15,30-17,30, aula 254), 24 (10,30-12,30, aula 251).
Aprile 2010: 12 (14,30-17,30, aula A34), 13 (15,30-17,30, aula 254), 14 (10,30-12,30, aula 251), 19 (14,30-17,30, aula A34), 20 (15,30-17,30, aula 254), 21 (10,30-12,30, aula 251).

Swissuniversity